Finanziamento di progetti di didattica musicale

 

L'educazione musicale dei bambini è l'obiettivo primario dell'Associazione.

A tal fine l'Associazione finanzia progetti di didattica musicale rivolti agli studenti della scuola primaria.

 

L'approccio di riferimento si rifà alle metodologie storiche (Dalcroze, Orff, Kodaly) nelle quali la musica non viene considerata l'unico elemento fondante ma si integra con il corpo, il movimento e lo spazio.

Alla base dei principi educativi sta la ricerca dell'unione tra musica, corpo, mente e sfera emotiva mettendo in relazione i movimenti naturali del corpo, il linguaggio musicale e le facoltà di immaginazione e di riflessione.

In questo modo la coscienza del legame esistente fra percezione e azione si acuisce e le capacità espressive del corpo si ampliano e si diversificano favorendo di pari passo l'arricchimento del pensiero musicale. Inoltre, facoltà diverse quali la riflessione, la memoria e la concentrazione, come anche la spontaneità e la creatività, vengono esercitate in modo armonioso.

 

Gli obiettivi educativi sono molteplici:

- trovare il piacere di esprimersi con il corpo in sintonia con la musica

- sviluppare l'orecchio e acquisire una comprensione musicale globale e profonda

- sviluppare la consapevolezza corporea (coordinazione, reazione, dosaggio dell'energia, equilibrio, uso del peso ecc.)

- sviluppare la personalità nella sua interezza (sfera cognitiva, affettiva, psico-motoria)

- educare le capacità creative ed artistiche

- collaborare e adeguarsi al gruppo, nel rispetto di sé e degli altri

- contrastare la tendenza alla semplice fruizione passiva cui sono sottoposti naturalmente nell'ambiente di ogni giorno, che favorisce piuttosto l'abitudine alla sonorità anziché l'attenzione critica e partecipe alle esperienze sonore.

 

L'educazione musicale dei bambini è l'obiettivo primario dell'Associazione.

A tal fine l'Associazione finanzia progetti di didattica musicale rivolti agli studenti della scuola primaria.

 

L'approccio di riferimento si rifà alle metodologie storiche (Dalcroze, Orff, Kodaly) nelle quali la musica non viene considerata l'unico elemento fondante ma si integra con il corpo, il movimento e lo spazio.

Alla base dei principi educativi sta la ricerca dell'unione tra musica, corpo, mente e sfera emotiva mettendo in relazione i movimenti naturali del corpo, il linguaggio musicale e le facoltà di immaginazione e di riflessione.

In questo modo la coscienza del legame esistente fra percezione e azione si acuisce e le capacità espressive del corpo si ampliano e si diversificano favorendo di pari passo l'arricchimento del pensiero musicale. Inoltre, facoltà diverse quali la riflessione, la memoria e la concentrazione, come anche la spontaneità e la creatività, vengono esercitate in modo armonioso.

 

Gli obiettivi educativi sono molteplici:

- trovare il piacere di esprimersi con il corpo in sintonia con la musica

- sviluppare l'orecchio e acquisire una comprensione musicale globale e profonda

- sviluppare la consapevolezza corporea (coordinazione, reazione, dosaggio dell'energia, equilibrio, uso del peso ecc.)

- sviluppare la personalità nella sua interezza (sfera cognitiva, affettiva, psico-motoria)

- educare le capacità creative ed artistiche

- collaborare e adeguarsi al gruppo, nel rispetto di sé e degli altri

- contrastare la tendenza alla semplice fruizione passiva cui sono sottoposti naturalmente nell'ambiente di ogni giorno, che favorisce piuttosto l'abitudine alla sonorità anziché l'attenzione critica e partecipe alle esperienze sonore.

 

Per l'anno scolastico 2009/2010, l'Associazione ha bandito, insieme al Conservatorio Paganini, una borsa di studio per la realizzazione di un progetto didattico di educazione alla musica aderente a quanto sopra descritto. Tale progetto viene svolto presso la Direzione Didattica Statale di Bogliasco. Il bando è stato pubblicato sui siti web del:

 

Conservatorio Paganini di Genova

Conservatorio Puccini di La Spezia

Conservatorio Vivaldi di Alessandria

 

Scarica il Bando

 

La presentazione delle proposte è scaduta il 30 Maggio; la Commissione giudicatrice sta valutando i progetti presentati. La premiazione avverrà in occasione dell'evento del 6 Luglio.

 

E' in corso la preparazione di un nuovo bando.